Floris

Indicazione Geografica Tipica

Veneto

Vino spumante brut 80% Glera 20% Manzoni bianco

Di colore giallo paglierino, ha un profumo elegante, fine e delicato. Il gusto è fruttato, armonico e persistente. Il fine perlage testimonia la lenta rifermentazione con metodo charmat.

Il vitigno Glera è l'antesignano del Prosecco e ha origine sul Carso, vicino Trieste, dove si coltivava già all'epoca romana. Successivamente si è diffuso in tutta la provincia di Treviso, soprattutto nell'area collinare e pedemontana, comprendendo anche la pianura veneziana. Si è diffuso velocemente per le sue peculiarità in quanto adatto alla presa di spuma.
Il Manzoni bianco o Incrocio Manzoni 6.0.13 è un vitigno autoctono trevigiano, ottenuto per fecondazione fiorale di Riesling renano con polline di Pinot bianco, creato dal prof. Luigi Manzoni tra il 1924 e il 1930 a Conegliano. Oggi viene coltivato prevalentemente nella provincia di Treviso dove esprime il meglio delle sue caratteristiche organolettiche.

Superficie: Ha 0,30 Glera, Ha 0,10 Manzoni Bianco
Ceppi per ettaro: 2700 viti Glera, 3000 Manzoni Bianco
Anno impianto viti: 2006 Glera, 2004 Manzoni Bianco
Sistema di allevamento: sylvoz
Terreno: medio impasto tendente all'argilloso
Grappolo Glera: di grandi dimensioni, mediamente compatto, con due ali. Acino tondo, grande, di colore giallo chiaro con buccia sottile e polpa molto succosa, di sapore neutro. Peso medio del grappolo: 410 gr
Grappolo Manzoni Bianco: conico–cilindrico, piccolo, con un'ala, mediamente compatto. Acino di colore giallo tendente al dorato con polpa lievemente aromatica. Peso medio grappolo: 230 gr

Ideale come aperitivo e con tutti i piatti a base di pesce, sia cotto che crudo.

Va servito alla temperatura di 7-9°C nel flùte a stelo lungo che ne esalta il fine perlage ed il profumo.