Passito di raboso

Vino passito rosso dolce

Ottenuto da uve di raboso, appassite con metodo naturale su graticci per 120 giorni, vinificate con macerazione lunga e fermentazione lenta, ha un colore rosso granato profondo con sentori di marasca sotto spirito e frutta appassita, come fichi e uva sultanina. Il gusto è caldo, morbido, avvolgente, con evidente nota dolce sorretta da una struttura importante.

Il vitigno Raboso è un vitigno autoctono della provincia di Treviso, derivato presumibilmente dalla addomesticazione di viti selvatiche che crescevano spontaneamente sulle colline attorno al fiume Piave. E' un vitigno molto rustico dalla buccia spessa adatto anche all'appassimento.

Superficie: Ha 0,22
Ceppi per ettaro: 3000 viti
Anno impianto viti: 2000
Sistema di allevamento: sylvoz
Terreno: limoso-argilloso
Grappolo: medio, cilindrico-piramidale con una o due ali, abbastanza compatto. L'acino è medio, sferoidale e la buccia molto pruinosa, spessa, di colore blu-nero.
Peso medio grappolo: 380 gr

Si può accompagnare ai grandi formaggi erborinati, quali gorgonzola e roquefort, ma anche al cioccolato fondente, alla frutta secca e ai dolci, come strudel e crostate. Ma soprattutto degustandolo da solo, come vino da meditazione.

Va servito alla temperatura di 18°C in un calice piccolo e ristretto verso l'alto.

15,00 %vol.